I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi.

Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Approvo

L'IVA sul posto barca, affittato o comprato, passa dal 22 al 10%

Sta per essere varato il decreto "cultura e turismo" presentato dal ministro Franceschini che equipara gli specchi d'acqua di porti e marina, dove sono ormeggiate le barche, alle aree in cui stazionano i camper, che già beneficiano dell'IVA ridotta. Il gioco sarebbe fatto. E state certi che la riduzione del gettito annuale, stimato in otto milioni di euro, sarebbe ampiamente recuperato, se solo qualche migliaio di barche delle 40.000 che in questi ultimi tre anni hanno abbandonato i nostri porti tornassero ad ormeggiare lungo i nostri litorali.

E c'è anche una seconda strada, se nel decreto Franceschini non trovasse posto, per ottenere la riduzione dell'IVA sugli ormeggi. L'escamotage l'ha ideato la Regione Liguria che è pronta a varare una norma regionale che equipara gli specchi acquei dei porti turistici alle aree di stazionamento dei campeggi e alle stanze degli alberghi. Il nome fantasioso per ottenere il risultato è "Marina Resort".

 

Area Utenti